055 4977032 - 3496766913 firenze@assopolizia.it

Alcuni poliziotti, oggi in pensione e nostri Associati, che furono impegnati nei soccorsi alla popolazione fiorentina per l’alluvione del ’66 hanno ricevuto gli attestati di merito dalle mani di giovani studenti dell’ IISS Calamandrei. Sono Augusta Bertaccini, Francesco Della Melina, Giuseppe De Vescovi, Silvano Fabbri, Rolando Imbriaci, Michele Lattanzio, Francesco Leonardi, Pietro Ranaldo, Antonino Tirendi, Alfonso Tomasi, Mario Tondini, Giovanni Maurini. E’ stato questo  il momento clou della partecipata cerimonia commemorativa organizzata dalla Sezione ANPS fiorentina e patrocinata dal Comune di Firenze, svoltasi  il 18 scorso all’Auditorium dell’Ente Cassa di Risparmio di via Folco Portinari. Il presidente Sergio Tinti, dopo il saluto alle Autorità presenti, ad Ospiti, Associati e studenti, ha  tenuto una coinvolgente relazione, accompagnata da inedite fotografie, sull’impegno in quei difficili  frangenti  della Polizia – Questura e Commissariati,  Raggruppamento di PS, Reparto Mobile, Stradale, Polfer, Polizia Femminile, ed altri Uffici – che a quel tempo aveva status militare. Ad arricchire l’incontro, l’applauditissimo concerto per duo  violoncello – pianoforte tenuto dal maestro  George Georgescu, Socio sostenitore ANPS, e dalla professoressa Dalida Jacono che hanno eseguito brani di compositori celebri, presentati dalla giovane Associata  Silvia, figlia del Vice Presidente della Sezione Giuseppe Curto. E’ quindi seguita la trascinante  lettura di alcuni brani, tratti dal romanzo “Morte a Firenze” di Marco Vichi, da parte dell’attore  Lorenzo Degl’Innocenti. L’impegno operativo della Polizia  in quei tragici giorni, che fece meritare alla bandiera del Corpo delle Guardie di PS una medaglia d’oro al valor civile, è stato sottolineato nei loro interventi dal presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, dal Prefetto Alessio Giuffrida e dalla presidente della Corte d’Appello Margherita Cassano che, allora adolescente, ha portato la  sua toccante testimonianza diretta. Il questore Alberto Intini ha provveduto a far distribuire ai convenuti copie della Rivista Polizia Moderna, arrivate da Roma fresche di stampa, con  un inserto specificamente dedicato al cinquantennale dell’alluvione, mentre  il  giornalista Andrea Broglia si è fatto carico di acquisire  a caldo, in sala,  le testimonianze dei veterani, comprensibilmente emozionati, nell’ambito del progetto MNEO – archivio italiano della memoria – un interessante programma  nato nel 2015, con il patrocinio del dicastero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Alla piena riuscita della  cerimonia, che ha visto il solerte impegno del Consiglio di Sezione, del Gruppo Motociclistico e di alcuni Soci volenterosi, ha concorso anche  la Presidenza Nazionale che per l’occasione ha contribuito alle spese.

dsc_7064